Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Salute e Benessere > Ancora novità nel settore dell’assistenza sanitaria: saranno abolite le guardie mediche

 martedì 10 maggio 2016

RIFORMA SANITARIA

Ancora novità nel settore dell’assistenza sanitaria: saranno abolite le guardie mediche

di Domenica Timpano


alt

La notizia, diffusa tempo fa, dell’apertura degli studi dei medici di base dalle otto a mezzanotte, per sedici ore consecutive, ha suscitato un vespaio di malcontento da parte dei medici e del loro Sindacato, ma ancora oggi il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ponendosi l’obiettivo di riorganizzare al meglio il settore, ha annunciato un’altra rivoluzione: chiudere circa 16.500 guardie mediche esistenti, seppure alcune in via di estinzione. Dalla mezzanotte alle otto chi avrà necessità di ricorrere al medico potrà rivolgersi solo al pronto soccorso dell’ospedale. Questa tegola, che prevede di unificare la guardia medica con i medici di base, ha allertato tutti, ma soprattutto gli utenti che risiedono in piccoli comuni e villaggi. “Non spegnere le luci dell’assistenza medica notturna” è l’invito rivolto a Matteo Renzi dall’Anci piccoli comuni e dalle associazioni dei consumatori che leggono il disagio di quanti, residenti in piccoli comuni, anziani o persone sole, dovrebbero spostarsi di notte, quando anche i mezzi di trasporto sono inesistenti, per raggiungere il più vicino ospedale. Mercoledì, 11 maggio, ci sarà una manifestazione di protesta a Roma, Piazza Montecitorio, dalle 9,00, alle 14,00, per sensibilizzare le autorità sul tema anche se alcuni esponenti della Federazione dei medici di medicina generale Fimmg, non dissentono dalla riforma.


 


Altre Notizie su

Sociale > Salute e Benessere






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839