Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Polizie e Forze Armate > Incontro al 24° Artiglieria sulla storia del Monumento alla Batteria Masotto

 domenica 28 febbraio 2016

MESSINA

Incontro al 24° Artiglieria sulla storia del Monumento alla Batteria Masotto

di Redazione


alt

Si è svolto, presso il Salone Reggimentale della Caserma “Emilio Ainis”, sede del 24° Rgt. Artiglieria “Peloritani”, il Convegno nel quale è stato presentato il libro “Il Monumento alla Batteria Masotto e alle Batterie Siciliane”, edito dalla EDAS e scritto dal direttore del Museo di Forte Cavalli, Vincenzo Caruso e dal giornalista ed ex sottufficiale dell’Esercito, Domenico Interdonato. Un incontro, fortemente voluto dal comandante del Reggimento, il colonnello Maurizio Greco Colonna, con l’obiettivo di offrire un’occasione per recuperare e rendere nota la memoria storica legata alla volontà messinese di erigere, nel 1899, un monumento a ricordo della tragica Battaglia di Adua ove persero la vita il capitano Masotto e i siciliani facenti parte delle due batterie da montagna.

Alla presenza di un numeroso ed attento pubblico, Caruso ha ripercorso le fasi salienti che condussero l’allora senatore Nicola Fulci a chiedere al Governo di accordare il finanziamento per il Monumento e la solidarietà della città di Messina nell’organizzazione di una raccolta fondi per portare a termine la sua collocazione. Il Monumento, fu creato dallo scultore novarese Salvatore Buemi, presso il Giardino a Mare, durante una imponente cerimonia svoltasi il 20 settembre 1899, alla presenza di S.A.R. il Duca d’Aosta. Interdonato ha invece ricordato i momenti e le commemorazioni che negli anni hanno tenuto viva la memoria, anche con i gemellaggi con il Comune di Noventa Vicentina, città natale di Masotto, e le visite delle scolaresche venete, organizzate con la collaborazione del prof. Piero Chillè.

Ha concluso quindi la conferenza, il tenente colonnello Corrado Di Bartolo, che ha illustrato agli ospiti lo storico legame tra la Batteria Masotto e il 24° Artiglieria, custode della sua memoria promotore del ricordo dei giovani soldati siciliani, morti per obbedienza e senso del dovere. Il tema dell’Incontro, è stato anche presentato, qualche giorno prima, in un momento riservato a tutto il personale militare del Reggimento che si appresta a commemorare, il 1° marzo, i 120 anni della Battaglia che condusse, per il tragico epilogo, alla caduta del governo Crispi.


 


Altre Notizie su

Notizie > Polizie e Forze Armate






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839