AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Recensioni > Mek Zodda – A pittinissa

 martedì 29 dicembre 2015

RECENSIONE

Mek Zodda – A pittinissa

di Alfonso Saya


alt

Del poeta Mek Zodda, ciò che convince, è stato ben detto dall’indimenticabile critico letterario Gaetano Arnò, è la sua attitudine di esprimersi in dialetto siciliano, gli è congeniale, è lo strumento con cui riesce ad evidenziare, con una “eccezionale forza espressiva” che è la forza del suo cuore, i vari aspetti di cui è intessuta la vita. Il dialetto, la nostra lingua, “lo fa parlare”, lo riempie, davvero, di tutta la sua travolgente carica emotiva ed espressiva. Paradigmatica è la poesia “A pittinissa”, il suo capolavoro che ha avuto un grande successo. Il poeta, con genialità, focalizza la scena del rinvenimento di una “pittinissa” in un groviglio di cose vecchie e impolverate, “da tanti anni suli e abbandunati”. Con grande emozione e sorpresa, “cumpariva’nto menzu a sta munnizza na bedda pittinissa”. È stata tanta la gioia, gli sembrava di aver trovato la cosa più preziosa del mondo, perchè aveva un grande valore affettivo: “Doru mi pariva, avia i denti d’ossu appuntiti... cu cacchi capiddu ancora’nturciniatu...”.

Quella “pittinissa” con tanta, struggente nostalgia, gli richiama il passato “purtroppu tramuntatu”, vede la persona più cara, vede la mamma... che l’ha usata, si scatena la “piena” dei sentimenti e dal suo cuore esce un’esclamazione di gioia e di dolore: “Oh pittinissa, rigina da me terra/paci du me cori trafittu e adduluratu”. La Patria e la mamma si uniscono, s’intrecciano in un solo palpito in un unico sentimento. Il nostro poeta, richiama una vecchia e sempre nuova, struggente canzone: “L’amore del paese e della mamma, è una gran fiamma che brucia il cuore...” Guardando quella “Pittinissa”, ritorna la Poesia del passato e si accendono, ripeto, nel cuore del poeta come “un solo palpito”, l’amore del paese e della mamma.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Recensioni






 
Sostenitori
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839