Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Pr. Jonica > Si è conclusa la V Edizione

 sabato 26 settembre 2015

TAOBUK

Si è conclusa la V Edizione

di Redazione


alt

Lunga vita a Taobuk, un Festival letterario in crescita esponenziale e dalla proiezione autenticamente internazionale”. Questo l’augurio di Tahar Ben Jelloun, ospite eccellente della giornata conclusiva dell’Edizione numero cinque, che ha segnato la definitiva consacrazione della manifestazione. Esempio unico nel Meridione d’Italia, gratificato nei giorni scorsi da due importanti ricoscimenti: la medaglia del presidente della Repubblica e il patrocinio del Mibact. Dal 19 al 25 settembre la macchina organizzativa ha messo in moto una serie di Eventi ed Incontri che hanno coinvolto un folto numero di spettatori. Mostre, tavole rotonde ed incontri autoriali hanno riconfermato la varietà e la solidità di un Festival nato nel 2011 dall’idea di Antonella Ferrara in collaborazione con Franco Di Mare. Grandi nomi da Orhan Pamuk a Tahar Ben Jelloun a David Leavitt, da Noa a Uto Ughi, da Raffaele Cantone a Nino Di Matteo, da don Ciotti a Carlo Cracco e Oscar Farinetti hanno reso possibile il successo di un’Edizione con un concept di alto spessore ideale e civile, incentrato sulla necessità di abbattere gli “ultimi muri”, ossia i pregiudizi razziali, religiosi, sociali, etnici e simili, che fomentano i conflitti tra i popoli.

Siamo orgogliosi di questo riscontro eccezionale che esalta il brand di Taormina e la sua storia di città d’arte e letteraria. Un traguardo che ci motiva a raggiungere sempre più alti o ambiziosi obiettivi. Taobuk Award for Literary Excellence a Tahar Ben Jelloun - “L’eco di parole che non si perdono nel tempo”, una motivazione che da sola fa capire perché Taobuk ha voluto assegnare a Tahar Ben Jelloun il Premio per l’eccellenza letteraria, a lui consegnato dall’assessore alla Cultura Mario D’Agostino, in rappresentanza dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Eligio Giardina, principale sostenitore del Festival insieme all’Associazione albergatori di Taormina. A Tahar Ben Jelloun è stato conferito dal presidente del Rotary Club di Taormina, dott. Salvatore Ramella, anche il Premio per la pace. L’incontro con l’autore di “È questo l’Islam che ci fa paura” (Bompiani, 2015) è stato particolarmente interessante e ricco di spunti, grazie anche alla conduzione del giornalista Andrea Nicastro, raffinato intellettuale ed esperto di politica internazionale.

La prima riflessione è stata dedicata ai muri con riferimento al tema scelto dal festival per la quinta Edizione: “il muro più terribile non è quello fatto di filo spinato ma è il muro del silenzio, dell’odio e della paura. Un muro invisibile che esiste e che vieta alle persone di vivere in pace”. L’altro punto sul quale ci si è soffermati è stato l’Islam. “L’Islam sta conoscendo adesso il suo medioevo. Il problema dipende dalle sette che leggono il Corano come se fossimo nel VII secolo e non lo rapportato al XXI secolo. Anche io ho paura di questo Islam perché non lo riconosco”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Pr. Jonica






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839