Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Ambiente > Natura e Dintorni > Illuminare le periferie. L’informazione locale nel servizio pubblico

 sabato 20 giugno 2015

DIBATTITO

Illuminare le periferie. L’informazione locale nel servizio pubblico

di Redazione


alt

Riaccendiamo la speranza dei cittadini delle periferie per rilanciare il nostro Paese. Dobbiamo raccontare la nostra storia e dare voce a qualsiasi entità territoriale: dalla Sicilia a Bolzano”. Questo, in sintesi, l’Intervento del dott. Vincenzo Morgante, dir. della Testata Giornalistica Regionale della Rai “Tgr”, durante la Conferenza dibattito sul Tema “Illuminare le periferie. L’informazione locale nel servizio pubblico”, la sera di giovedì 18, nella Sala conferenze del Sant’Alphio Palace, di Lentini. L’Iniziativa è stata promossa dal “Rotary” Club, di Lentini, e dall’“Unione Cattolica della Stampa Italiana”, sez. di Siracusa. Dopo i saluti del pres. del “Rotary”, di Lentini, Francesco Amenta, il pres. prov. dell’“UCSI”, di Siracusa, Salvatore Di Salvo, ha introdotto il tema sottolineando come solo bisogna “illuminare le periferie per dare voce a realtà che non sono sempre note e visibili”. L’Incontro, moderato dal giornalista Luca Marino, socio “Rotary” e vice pres. della Cooperativa del Settimanale “Cammino”, di Siracusa, durante il quale il dir. del “Tgr” ha focalizzato l’attenzione sulla linea giornalista che in questi ultimi anni sta portando avanti per raccontare il territorio. Il dott. Vincenzo Morgante, nel ringraziare l’“UCSI”, di Siracusa, e il “Rotary”, di Lentini, per l’Invito e per la scelta di una tematica, così significativa, ha ricordato come le periferie non siano solo, geograficamente, quelle delle città, ma anche quelle sociali e orali. “Compito dell’informazione pubblica – ha detto – è, dunque, “dare voce ai senza voce” ed è un compito che può svolgere solo la testata locale. “In questi due anni, io sto puntando il tema della ‘buona notizia’, che di solito ‘non fa notizia’ ed è relegata alla fine dei notiziari, quasi a a volerne alleggerire i toni. La buona notizia va trattata come la notizia di cronaca e non relegata ai margini del telegiornale. Oggi, noi puntiamo a rilanciare un nuovo modo di fare giornalismo. Abbiamo rivisto i nostri palinsesti e lanciato alcuni programmi come Buongiorno Regione, che ci ha permesso un incremento degli ascolti del 14%, mentre tutte le reti sono in decremento. Molto importanti e significative sono state le campagne comuni a tutti i ‘Tgr’ su temi come: la sicurezza sul lavoro, l’immigrazione, le bellezze artistiche ed estetiche.


La nuova sfida, già iniziata, è quella dei portali web, che consentono, anche ai più giovani, di avvicinarsi all’informazione radiotelevisiva, cercando d’incrementare l’attitudine alle buone notizie”. All’Evento, hanno partecipato i rappresentanti dei Club service, di Lentini: “Lions” e “Kiwanis”, “Archeoclub”, “Slow Food”, i dirigenti scolastici di Lentini e Carlentini, il pres. dell’Associazione “Radio Una Voce Vicina”, Michele Ruma, docenti degli Istituti scolastici di Lentini, Carlentini e Francofonte. Il pres. del “Rotary”, Francesco Amenta, a conclusione della Conferenza, ha consegnato le schede sui beni archeologici realizzati dal Club, di Lentini. Il dir. del “Tgr”, accompagnato dal segr. del “Rotary”, Francesco Saggio, ha incontrato, a Palazzo di Città, il sindaco di Lentini, Alfio Mangiameli, per un colloquio privato in vista dell’Inaugurazione, che si svolgerà lunedì, della Fattoria didattica realizzata all’interno di un’azienda confiscata alla mafia. Poi, accompagnato dal pres. dell’“UCSI”, di Siracusa, Salvatore Di Salvo, ha visitato l’Aula “Falcone”, realizzata all’interno del Liceo “Gorgia”; la fattoria didattica, realizzata in contrada Cuccumella; e il Lago di Lentini. Poco prima, ha degustato, nella nuova struttura “Dehors”, realizzata da Alfio Navarria, titolare della pasticceria “Navarria”, a Lentini, la granita e dolci tipici locali. “La tematica coinvolge direttamente tutti noi operatori della comunicazione – ha detto il pres. prov. dell’“Ucsi”, di Siracusa, Salvatore Di Salvo – e, in generale, tutti i cattolici nell’era di Papa Francesco, che ha posto, alla base del suo magistero,‎ la necessità di un’informazione eticamente fondata”. Un’esortazione pressante del Santo Padre che sembra aprire nuovi scenari nel mondo della comunicazione. In questo contesto, il dir. del “Tgr”, Vincenzo Morgante, ha sottolineato il ruolo del servizio pubblico per “illuminare le periferie” e riaccendere la speranza nei giovani, uomini e donne che saranno gli adulti del futuro”.


 


Altre Notizie su

Ambiente > Natura e Dintorni






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839