Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Regionali > Premiato Armando Russo condirettore di FiloDirettoNews

 lunedì 30 marzo 2015

ORDINE DEI GIORNALISTI

Premiato Armando Russo condirettore di FiloDirettoNews

di Domenico Interdonato


alt

L’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, a Santa Croce Camerina, ha organizzato l’assemblea annuale, un Convegno e la Cerimonia di premiazione dedicata alla carriera dei giornalisti. Ad Armando Russo, condirettore di “FiloDirettoNews”, direttore responsabile del settimanale “Affari Coupon” e segr. dei Giornalisti Cattolici di Messina, è stato consegnato il Premio per i suoi 35 anni di carriera dal pres. dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Riccardo Arena. Alla Cerimonia era presente il pres. nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Enzo Iacopino, assieme a una delegazione di giornalisti ucsini siciliani composta da Domenico Interdonato, vicepresidente dei Giornalisti Cattolici di Sicilia; Salvo Di Salvo, cons. regionale; e Crisostomo Lo Presti, pres. “Ucsi” di Messina. L’Evento è servito all’Ordine dei Giornalisti di Sicilia a organizzare un corso di formazione dal titolo nel Luogo del delitto. Quando l’informazione non è minore – Cogne, Rignano, Avetrana, Santa Croce: avanti il prossimo? Hanno partecipato un centinaio di giornalisti per ascoltare il pres. nazionale dell’Ordine, Enzo Iacopino, Franco Nicastro, il sindaco di Santa Croce, Franca Iurato, l’avv. Ignazio Galfo e il vicepresidente del Garante della Privacy, Augusta Iannini.

Il primo cittadino, nel corso dei lavori , ha spiegato, comeda un episodio così triste, come la morte di un bambino, debba esserci uno scatto a livello etico e deontologico per la professione giornalistica. Speriamo che da questo momento possa esserci una considerazione più alta di quello che è il vostro compito”. Ha difeso poi la Città: “Santa Croce, durante quei terribili giorni, ha mantenuto una grande compostezza. Il circolo vizioso dei media ha gettato un’ombra sul Paese, ma ciò che è stata definita omertà era in realtà un silenzio dignitoso. È stato ingiusto colpevolizzare la città a livello nazionale”.

La dott. Iannini ha sottolineato come “l’interesse pubblico alla conoscenza dei fatti deve essere perseguito garantendo l’anonimato dei minori coinvolti evidenziando come chi offre delle notizie viola delle norme e risponde a una forma di esibizionismo patologico”. Non ha lesinato critiche al settore; infine, Enzo Iacopino che ha messo nel mirino alcune note trasmissioni televisive per i servizi mandati in onda: “da rappresentante di tutti i giornalisti, chiedo scusa alla Città di Santa Croce, alla famiglia di Loris Stival e alla signora Veronica Panarello che merita un giusto processo. Non possiamo esibire la presunzione d’innocenza solo quando ci fa comodo. Noi dobbiamo fare i cronisti e non i giudici. A volte, facciamo delle cose che sono un monumento alla vergogna. Il dovere dei giornalisti è raccontare la verità e non fare sciacallaggio per dare piacere ai ‘guardoni’”.

Iacopino, che ha chiesto volutamente di non essere applaudito durante il suo Intervento (“Siamo qui per vergognarci di qualcosa” – ha spiegato), non ha lesinato critiche all’operato di alcuni giornalisti nel trattamento della vicenda Loris. Dopo il dibattito, si è svolta l’Assemblea che si è conclusa con le relazioni del tesoriere dell’Ordine, Filippo Mulé; del pres. del Collegio dei revisori, Placido Ventura; l’Intervento del pres.e del Consiglio di disciplina territoriale, Giuseppe Lazzaro Danzuso; e la Relazione del pres. Arena sullo stato della professione nell’Isola. Al termine, dopo l’approvazione del bilancio, sono stati premiati i giornalisti che hanno raggiunto i 35 e i 50 anni di iscrizione all’albo, a quali sono state consegnate delle targhe commemorative.


 


Altre Notizie su

Notizie > Regionali






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839