Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Spiritualità e Cultura > Visita Pastorale 2013-2020 dell’arcivescovo La Piana

 martedì 10 marzo 2015

PARROCCHIA DI SANT’ELENA

Visita Pastorale 2013-2020 dell’arcivescovo La Piana

di Paola Saladino


alt

Momento di grazia è stato quello vissuto dalla Parrocchia di Sant’Elena, in occasione della visita pastorale dell’arciv., mons. Calogero La Piana, dal 5 all’8 marzo. Visita preparata con la preghiera comunitaria e con l’impegno di tutti senza nascondere una certa ansia, quella di figli che vogliono accogliere al meglio un padre atteso. Una parrocchia gioiosa con a capo il parroco, padre Pippo Principato, che ha accolto il vescovo nella cui persona Cristo si fa visibile e tramite il quale porta al popolo le sue cure amorevoli. Infatti, come ha detto l’arciv., la visita pastorale è un’esperienza fraterna per incontrare alcune espressioni della vita parrocchiale e condividere, pastore e gregge, i doni della fede, della speranza e della carità.

La prima giornata di tale Evento è stata permeata da grande spiritualità grazie alla scelta di mons. La Piana, con una significativa novità rispetto alla prassi ordinaria, di dare centralità alla Parola di Dio in linea con le indicazioni del Concilio Vaticano II e con il pressante invito di Papa Francesco a leggere ogni giorno il Vangelo. Questa scelta è stata sottolineata da due gesti significativi: la consegna della Bibbia al parroco, con la successiva collocazione nell’ambone, e l’incensamento di essa. Nella sua riflessione omiletica, dopo la lettura della parabola tratta dal Vangelo di Luca del ricco Epulone e di Lazzaro, l’arciv. ha rimarcato l’importanza che la Parola ha nella vita di ognuno di noi, infatti, se la si accoglie, la si custodisce come dono prezioso e la si mette in pratica esso non solo ci indica un percorso terreno sicuro, ma ci fa raggiungere il traguardo dell’eternità. Da qui la necessità di chiederci con franchezza quale spazio essa abbia nella nostra vita, se sia veramente lampada ai nostri passi, se ci solleciti a un percorso di vera conversione e di apertura verso il prossimo.

Il Vangelo, infatti, ci aiuta sia a vedere la straordinaria e misteriosa presenza di Dio nell’ordinarietà della nostra vita che a relazionarci con gli altri con il cuore e gli occhi di Dio. Allora, al contrario del ricco Epulone chiuso nel suo egoismo, ci accorgeremo di chi ha bisogno e daremo loro “Briciole che saziano” (orientamenti pastorali 2014-2016). Alla fine della riflessione omiletica, dopo il ringraziamento filiale di padre Pippo Principato e dopo aver impartito la benedizione, l’arciv. ha ascoltato, attentamente, le sintetiche, ma esaustive relazioni delle varie realtà ecclesiali presenti in parrocchia nella concretezza della loro operatività: Confraternita Santa Maria del Buonviaggio, Movimento Apostolico, Azione Cattolica, Gruppo dell’Adorazione.

Alla fine, ha salutato stringendo molte mani e dando un sorriso e una parola amichevoli. Il secondo giorno della visita mons. La Piana si è recato nei luoghi significativi della parrocchia: Clinica “Cappellani”, Casa Famiglia “Regina Elena” dove ha incontrato i bambini e i giovani ivi accolti, due famiglie con tre infermi e la chiesa della Madonna del Buonviaggio sul Viale della Libertà. Qui, dopo una breve preghiera e un omaggio floreale posto ai piedi della venerata statua, l’arciv. ha invitato i presenti ad avere un grande amore verso la Madonna perché Gesù sulla croce, privato di tutto, ci ha lasciato l’unica cosa che gli era rimasta, la più preziosa, la sua Mamma. È Lei che ci porta a Gesù, è lei che media il nostro rapporto con Lui.

In serata, si è avuto l’incontro con i giovani, caratterizzato da un dialogo informale e da un momento di convivialità. Nel terzo giorno della visita, l’arciv. ha incontrato i ragazzi della prima comunione e dell’ACR con i rispettivi genitori e i responsabili delle realtà ecclesiali in un confronto costruttivo. La visita pastorale si è conclusa con una Messa solenne celebrata domenica mattina. Cifra di tale visita è stato l’atteggiamento paterno, mite e cordiale, anche se autorevole nell’insegnamento del nostro arciv. “Reverendo padre la sua visita pastorale ci ha confermato nella fede, incoraggiandoci a conformarci sempre di più a Cristo seguendo il Vangelo per rinnovarci nei pensieri, sentimenti e opere per una vera conversione personale che dia novità alle nostre vite, alle nostre famiglie, alla nostra parrocchia e ai vari ambiti in cui viviamo e operiamo. Reverendo padre grazie dal profondo del cuore mentre eleviamo preghiere perché sia un pastore sempre più secondo il cuore di Cristo”.


 


Altre Notizie su

Sociale > Spiritualità e Cultura






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839