Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Enogastronomia > Il gusto della tradizione dal sapore Barocco

 venerdì 2 maggio 2014

ARTE CULINARIA

Il gusto della tradizione dal sapore Barocco

di Domenico Interdonato


alt

Il turista che si ferma a Modica resta estasiato dall’enorme intensità dell’arte barocca e dal profumo dei gelsomini, che si può sentire lungo i suoi vialetti, luoghi dove sembra che il tempo.. si sia fermato. L’estate siciliana è, veramente, bella e il fresco serale ci porta a passeggiare e a scoprire interessanti angoli pieni di storia e palazzi barocchi come Palazzo Failla, imponente gioiello del tardobarocco siciliano. Palazzo Failla è la prestigiosa location del ristorante La Gazza Ladra, stella Michelin, locale in cui presta la sua opera lo chef, di alta scuola, Accursio Craparo, vanto dell’arte culinaria siciliana e italiana.

Una piacevole sosta dove poter gustare un menu intriso della storia culinaria isolana, che si eleva con un tocco di modernità, fantasia e raffinata ricerca del gusto.

Incontriamo lo chef Accursio che ci riceve nel giardino di essenze siciliane del ristorante e ci presenta il suo menu e.. cominciamo con gli antipasti: Fishburger e ostrica tonic con ventresca di tonno al sesamo bianco, tonno affumicato e ostrica tonic; Bruschetta di pane all’olio con insalatina tiepida di pesci, pomodoro, cagliata e basilico. Come primo ci attira la Spremuta di Sicilia con linguine, crema di acciuga, finocchietto selvatico, cipollotto, peperoncino e pane tostato. Per secondo scegliamo Il pesce San Pietro alla palermitana con insalatina di ortaggi e mentuccia e, per finire, non si può fare a meno del dessert L’uovo a la coque preparato con latte di mandorla, passion fruit e biscotto farcito con banane e cardamomo.

La cena è stata innaffiata da un ottimo vino siciliano e sul dessert non si è potuto evitare il classico Moscato passito di Pantelleria.

Una gradevole serata d’estate trascorsa in compagnia degli amici e del grande chef Accursio, che ha avuto il piacere di accompagnarci nella presentazione dei suoi piatti.

A Modica c’è una sola certezza: sapori, odori e sensazioni uniche che si possono incontrare, soltanto, nella perla del barocco siciliano.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Enogastronomia






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839