Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Come spada di Damocle > Competenza del Giudice di Pace

 mercoledì 4 febbraio 2015

GIUSTIZIA

Competenza del Giudice di Pace

di Olga Cancellieri


alt

Il Giudice di Pace è l’ufficio giudiziario che per sua dislocazione geografica sul territorio è il più vicino al cittadino. Infatti non solo ve n’è uno in ogni capoluogo di Provincia, ma uno praticamente in ogni distretto. Basta pensare che il Giudice di Pace oltre che a Messina (sede del Tribunale ordinario e soprattutto di Corte D’appello) è presente anche a Barcellona Pozzo di Gotto, Patti, Lipari e Mistretta. Quando fu istituito si era reso necessario una sorta di “Giudice” più veloce di quello ordinario, oltre che più vicino, non solo geograficamente, al cittadino, al quale devolvere controversie meno gravi ma assai numerose, i cui tempi per giungere ad una sentenza sarebbero stati molto più rapidi rispetto al Tribunale ordinario.

Il Giudice di Pace, infatti, non è un magistrato, ma solo un laureato in giurisprudenza, anche se in realtà un titolo abilitante (avvocato o ricercatore universitario) attribuisce un punteggio di gran lunga maggiore per essere nominati a svolgere tale incarico. In realtà la lentezza giudiziaria ha caratterizzato anche le controversie pendenti davanti al giudice di pace, l’illusione che il cittadino potesse da solo far valere le proprie ragioni senza l’ausilio di un avvocato e l’assenza iniziale di costi per promuovere il giudizio, hanno contribuito a creare molta confusione ed un’inutile proliferare di cause.

Negli ultimi anni, invece, si è cercato di regolamentare diversamente tale tipologia di giudizi, scoraggiando gli avventurieri del diritto, favorendo la difesa tecnica ed il pagamento di un contributo unificato (discutibile nel suo ammontare, si parte da un minimo di euro37, ma efficace quanto agli effetti) al momento dell’iscrizione della causa al ruolo, che hanno più che dimezzato il numero di controversie pendenti di fronte al giudice di pace, consentendo una più veloce definizione delle cause.

Le competenze esclusive del Giudice di Pace sono: le cause relative ad apposizione di termini ed osservanza delle distanze stabilite dalla legge, dai regolamenti o dagli usi riguardo al piantamento degli alberi e delle siepi; le cause relative alla misura ed alle modalità d'uso dei servizi di condominio di case; le cause relative a rapporti tra proprietari o detentori di immobili adibiti a civile abitazione in materia di immissioni di fumo o di calore, esalazioni, rumori, scuotimenti e simili propagazioni che superino la normale tollerabilità.

Sono attribuite per valore al Giudice di Pace: le cause relative ai beni mobili di valore non superiore a 5.000 euro quando dalla legge non sono attribuite alla competenza di altro giudice; le cause concernenti la circolazione di veicoli e di natanti purché il valore della controversia non superi i 20.000 euro. Il Giudice di Pace ha, inoltre, una funzione conciliativa su richiesta delle parti interessate, senza alcun limite di valore e per tutte le materie purché non siano di competenza esclusiva di altri giudici come le cause di lavoro e quelle matrimoniali.

Infine, il Giudice di Pace ha competenza anche in materia penale. Rientrano nella sua cognizione, tra gli altri, alcuni reati di notevole diffusione, contro la persona, quali le percosse e le lesioni, l'omissione di soccorso; contro l'onore, quali l'ingiuria e la diffamazione; contro il patrimonio, quali il danneggiamento e l'ingresso abusivo nel fondo altrui. In caso di condanna il Giudice di Pace non applica pene detentive, ma pene pecuniarie o, nei casi gravi, può applicare la pena della permanenza domiciliare o su richiesta dell’imputato, la pena del lavoro di pubblica utilità.


 


Altre Notizie su

Sociale > Come spada di Damocle






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839