Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Camelot > UN PONTE TRA DUE MARI OLTRE OGNI BARRIERA

 venerdì 4 febbraio 2011

CONVEGNO MARETERAPIA

UN PONTE TRA DUE MARI OLTRE OGNI BARRIERA

di Mamy Costa


altMareterapia “Un ponte tra i due mari, oltre ogni barriera” è un progetto dell’Associazione L’Aquilone, il cui presidente Rosario Lo Faro, nei locali del Centro diurno Camelot della città “L. Mandalari” ha aperto i lavori del convegno tenutosi il 29/01 u.s.

Come spiegato da Rosario Lo Faro l’iniziativa, in sinergia con il Centro diurno “Camelot” diretto dal dr. Allone, permette ai soggetti con disagio psichico di vivere con naturalezza l’esperienza del mare aperto e, a testimonianza di ciò, sono state passate delle immagini di una giornata, all’insegna della spensieratezza, trascorsa sul peschereccio acquisito nel 2006 dall’Associazione L’Aquilone e vissuta in un clima di accoglienza, di solidarietà, di compassione.

Testimonianza visiva accompagnata dalle parole dei partecipanti della “gita fuori porta”, i quali hanno spiegato come il mare li faccia stare meglio pur nel limite demarcato di una barca, che però riescono a superare scoprendo correnti, venti e il mare e forse dimenticano per un po’ il loro disagio.
Il dr. Allone ha rimarcato il fatto che il centro diurno Camelot non è un luogo chiuso, bensì un luogo aperto dove chiunque può entrare e respirare un’aria di unità, di aggregazione e dove a tutte le attività esistenti si aggiunge quella del progetto mareterapia che consente un percorso di crescita attraverso l’esperienza di conoscenza del mare.

Sono intervenuti anche rappresentanti istituzionali di provincia e comune, che hanno riconosciuto la valenza del progetto che punta ad una vera solidarietà e non alle facili speculazioni tipiche di un fiorire di associazioni di volontariato che ben poco hanno a che fare con la soluzione dei problemi legati al mondo del sociale. È sotto gli occhi di tutti la vicenda di questi ultimi giorni della facile concessione, a vario titolo e su spinte politiche, di contributi da parte del comune, senza attuare un minimo di controllo sul criterio usato per determinare tali concessioni.

I due consiglieri hanno, così, garantito il loro appoggio per la continuità dell’attività del progetto ed hanno auspicato che possano nascere nuove iniziative simili. Il Presidente dell’Associazione L’Aquilone, ringraziando per le parole di sostegno da parte dei consiglieri e, quindi, spronato a perseverare in questa direzione, ha fatto presente che la barca in dotazione per il progetto mareterapia, al momento è ferma per il rimessaggio, ma spera che al più presto insieme al dr. Allone e ai suoi pazienti del centro diurno Camelot, possa riprendere l’attività di proseguimento del progetto di mareterapia, dall’accertata validità, in termini di benessere, per i portatori di disagio psichico.


 


Altre Notizie su

Sociale > Camelot






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839