Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Poesie > Chiara, la Santa d’Assisi

 domenica 17 agosto 2014

POESIA

Chiara, la Santa d’Assisi

di Rosario La Greca


alt





Chiara, creatura dolce e delicata,
dalle chiome d’oro, pia e casta,
il tuo cuore, al sentire Francesco predicare, palpitò

e al bagliore del Signore t’avvicinò.

Nell’interiorità, impetuoso s’alzò un anelito d’immensità,
così da rinunciare al mondo e alle sue vanità.

Donasti te stessa totalmente al Signore,
per divenire Sua sposa con fervore.

L’acqua limpida attinta dal Suo cuore,
come rugiada ti dissetò, ti empì d’amore;

schiuse i petali della tua anima con semplicità,
per immergerli in un’aurora di luce, povertà,

silenzio e fraternità.

Chiara, permeata di grazia e carità,
nella quiete del chiostro, gioiosa germogliavi.

La tua parola e le lodi che inneggiavi,
risuonavano a valle, a monte, al piano,

sino a suscitare nei giovani cuori
un ardente desiderio di vivere del Signore.

Chiara, vestita d’umiltà e di candore,
nello splendore dell’ultimo dì, un corteo d’alate

creature ti scortavano al cielo: erano tante...
Erano le vergini... e con esse vi era

la più bella: la Vergine Maria,
venuta a prendere te, sposa del Suo Figlio.

E tu, Chiara, avvolta nel tuo saio
e circondata da così alta corte celeste, ancora cantavi:

Laudato sii mio Signore,
perché m’hai creata così... pura di cuore.



 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Poesie






 
Partner
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839