Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Quartieri > IV Circoscrizione > Un fenomeno in forte crescita

 martedì 22 luglio 2014

RANDAGISMO

Un fenomeno in forte crescita

di Redazione


alt

Ancora una classifica, quella di “Legambiente 2014”, che vede Messina relegata all’ultimo posto tra le grandi città italiane per l’accoglienza e la tutela degli Amici a quattro zampe. A segnalarlo il consigliere della IV Circoscrizione, Renato Coletta, sensibile a questo tipo di problematiche e sempre in prima linea per la risoluzione dei tanti casi riguardanti animali indifesi ed abbandonati.

Il consigliere, tra le note di una sua interrogazione al sindaco Accorinti, esprime quanto segue: “Da alcuni anni, si registra, nel territorio comunale, un allarmante incremento del randagismo, con una presenza, di sicuro sottostimata, di circa 4.000 animali randagi tra cani e colonie feline. Il sostentamento di detti animali, in termini di alimentazione, farmaci, terapie e soccorso, è totalmente a carico di decine di volontari costretti ad autotassarsi, ma anche sostenuti da continue donazioni di privati, il tutto nella totale assenza di sostegno da parte dell’Amministrazione comunale”.

Dunque, una vera piaga sociale che imperversa sempre più sul nostro territorio, quando spetterebbe proprio ai sindaci trovare soluzioni adeguate alla normativa imposta da una Legge Regionale, la n°15 del 2000. Coletta, fa un’analisi, molto dura e critica, sull’operato dell’Amministrazione comunale, ritenendo che, nonostante i proclami nel periodo elettorale, nulla “dopo” è stato fatto a tal riguardo.

Il consigliere rincara la doseA dare un’idea delle dimensioni gravissime del randagismo (anche in relazione al carente servizio di sterilizzazione erogato dall’Asp5) sono i rinvenimenti di decine di cucciolate di cani e gatti, spesso abbandonate fra i cassonetti o in mezzo alla strada, senza contare il triste fenomeno degli abbandoni di animali, purtroppo in continuo aumento, a fronte dei quali si può contare soltanto sul soccorso e aiuto di decine di volontari per sopperire alla ‘latitanza’ dell’Amministrazione comunale che, nel caso specifico, ripiega su qualche iniziativa ‘suggestiva’, piuttosto che ‘concreta’”.

In 11 punti della sua interrogazione, lo stesso chiede quali siano state le iniziative avviate, quali le somme assegnate, l’eventualità di prendere in considerazione la stipula di apposite convenzioni con le Associazioni animaliste, o protezionistiche, per l’affidamento e il mantenimento degli animali. Importante anche che il Comune si faccia carico dell’acquisto di alimenti e farmaci per i randagi affidati alle volontarie aderenti alle suddette associazioni e, a tal proposito, perorare l’assegnazione urgente di risorse finanziarie. Inoltre, individuare aree idonee destinate alla costruzione di rifugi pubblici, nonché delle aree da destinarsi alla realizzazione di cimiteri per il seppellimento degli animali d’affezione. L’aumento delle attuali 3 ore del servizio di accalappiacani ed un’adeguata formazione per chi espleta tale mansione.

Una serie di richieste ben precise, affinché sia doveroso il rispetto, dovuto a quegli animali abbandonati che da sempre hanno costituito un indelebile rapporto di amore tra l’Uomo e la Natura.



 


Altre Notizie su

Quartieri > IV Circoscrizione






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839