AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > I Tesori di Messina > Il culto dell’Eucarestia a Messina

 domenica 5 febbraio 2017

COMPAGNIA DEI VERDI

Il culto dell’Eucarestia a Messina

di Alfonso Saya


alt

La nostra città, attraverso i secoli, ha avuto un culto specialissimo per l’Eucarestia. Sotto la dominazione saracena, si ha un’indiscussa e luminosa manifestazione di vita eucaristica. I messinesi ci tenevano che i moribondi avessero in conforto del Viatico e accompagnavano, a mano armata, il sacerdote che portava l’Eucarestia, per difenderLa da eventuali pericoli. Gli storici, difatti, narrano del fatto d’armi accaduto alla Darsena, all’incrocio di via Garibaldi con via I Settembre, dove i messinesi difesero il Santissimo contro i Saraceni.

Dietro questo fatto, sorse, nel 1052, la “Compagnia dei Verdi” con il preciso scopo di difendere, adorare, accompagnare, nelle processioni, il Santissimo Sacramento. Sulla facciata del palazzo dove vi era l’emporio Vinci, che si trova nel suddetto incrocio, vi è una lapide che ricorda l’Avvenimento. Le processioni del Corpus Domini, erano di una magnificenza spettacolare. Il Gallo ricorda che, nel 1657, nella processione, intervenne il Gran Priore di Navarra, con il cero in mano, avente, a destra, il Vicerè.

Il Vascelluzzo è il più grande monumento del culto dei Messinesi verso l’Eucarestia. Ricorda il miracolo eucaristico che avvenne nella famosa carestia del 1302, quando Messina, cinta d’assedio, invocò in Cattedrale, presente il Senato, durante la celebrazione della Messa, l’aiuto del Cielo. Subito dopo la celebrazione, due navi misteriose, cariche di frumento, rifornirono la città. Il Vascelluzzo, ogni anno, segue la processione del Corpus Domini. La Fede dei nostri Padri verso l’Eucarestia, la fonte ed il culmine della vita cristiana, si estrinsecavano nelle processioni e nelle solenni esposizioni, nelle Quarantore. Sul loro esempio, dovremmo anche noi, avere fede e praticare il medesimo culto.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > I Tesori di Messina






 
Sostenitori
 
 
© 2011/19 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839