Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Quartieri > VI Circoscrizione > Il villaggio di Acqualadroni sprofonda nel degrado

 lunedì 16 giugno 2014

KAFON STREET

Il villaggio di Acqualadroni sprofonda nel degrado

di Lally Famà


alt

Lo storico villaggio di Acqualadroni, o meglio conosciuto nel dialetto messinese come Acquaruni, ambita meta del turismo locale del comprensorio messinese di fine anni ‘80, oggi sprofonda nel degrado assoluto.

A segnalare lo stato di abbandono è il consigliere della VI Circoscrizione, Mario Biancuzzo, sollecitato dagli abitanti del luogo.

Mario Biancuzzo, in un’attenta descrizione, mette in evidenza l’abbandono da parte delle istituzioni e la precarietà nella quale i cittadini vivono.

Il signor Frisone, abitante di Acqualadroni – ci comunica il consigliere Biancuzzo – ha dichiarato amareggiato, “non sappiamo più a quale Santo dobbiamo rivolgerci, siamo abbandonati, qui paghiamo solo tasse. È una vergogna!”.

Continua nella sua meticolosa descrizione Biancuzzo, “La strada comunale, unico punto di collegamento con la SS113/dir, fu interessata da una frana a causa dello smottamento del terreno che ne abbattè il muro. Ad oggi, non è stata ripristinata, nonostante il finanziamento regionale, pari a 300mila euro e all’impegno che l’assessore Cucinotta promise.

La spiaggia, in alcuni tratti, non esiste più ed il mare minaccia di danneggiare anche il lungomare; l’arenile è rientrato di parecchi metri e per i bagnati, praticamente, è rimasto poco spazio. I residenti e vacanzieri ormai pensano, con malinconia, ad un passato che vedeva un villaggio sempre animato di villeggianti, di bambini e ragazzi che lo popolavano, nascosti sotto le imbarcazioni, seduti sui muretti o seduti sulla sabbia, magari sognando un futuro migliore”.

Anche la titolare della rivendita di tabacchi, ha voluto dire la sua, “ho paura quando m’immetto, con la mia macchina, sulla SS113/dir, perché alberi, rovi ed erbacce coprono la visuale all’uscita ed anche lo specchio è rotto. La frana del 1° marzo 2011 ormai è coperta da alberi ed erbacce. Qui insistono gravi pericoli per la pubblica e privata incolumità. Siamo in curva!”.

Conclude Biancuzzo, “chiedo, agli organi preposti ed in qualità di consigliere circoscrizionale, di provvedere, ognuno per le proprie competenze, a riportare la situazione alla normalità”.



 


Altre Notizie su

Quartieri > VI Circoscrizione






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839