Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Regionali > La protesta di don Mimmo Zambito, parroco di Lampedusa

 mercoledì 4 giugno 2014

LETTERA APERTA

La protesta di don Mimmo Zambito, parroco di Lampedusa

di Redazione


alt

Ragioni a noi inspiegabili conducono, ancora una volta, le autorità a chiedere ospitalità nella Casa della Fraternita della Parrocchia San Gerlando, di Lampedusa, per i nove migranti rimasti sull’isola per accertamenti.

La richiesta ci sorprende e non poco, visto che ben tre padiglioni del Centro di contrada Imbriacola non sono stati interessati dai lavori di manutenzione e, quindi, utilizzabili per l’accoglienza dei migranti. Inoltre, ancor oggi, il centro risulta essere presidiato da uomini dell’esercito ed al suo interno è ancora presente e funzionante il posto di Polizia.

Superfluo ricordare che la Parrocchia, con atto di grande carità, nel 2011, nel corso della ‘primavera araba’ dette ospitalità ad alcuni migranti, proprio nella Casa della Fraternità.

La struttura della parrocchia, durante quell’accoglienza, subì gravi danni ed oggi è ritornata fruibile grazie al contributo offerto dalla Conferenza Episcopale Italiana non essendo mai pervenuto alcun risarcimento da parte dello Stato italiano per i danni subiti.

Pertanto, ho deciso di sostare e cenare insieme ai nove migranti rimasti sull’isola dinanzi ai cancelli chiusi del centro di accoglienza di contrada Imbriacola”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Regionali






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839