Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Polizie e Forze Armate > 159° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO – GLI ENCOMI

 venerdì 27 maggio 2011

GIORNATA CELEBRATIVA A PIAZZA DUOMO A MESSINA

159° ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO – GLI ENCOMI

di Redazione


alt

Si è celebrato, sabato 21 maggio u.s., il 159° anniversario della Fondazione della Polizia di Stato. È stato schierato un reparto inquadrato di ben 45 unità, composto da funzionari, ispettori, sovrintendenti, assistenti ed agenti appartenenti alla questura ed alle Specialità della polizia di Stato: polizia stradale, polizia postale e delle comunicazioni, polizia di frontiera marittima, polizia ferroviaria ed autocentro.

Accanto al reparto inquadrato, la banda musicale della Brigata Meccanizzata “Aosta” ed uno schieramento di mezzi in dotazione alla questura ed alle specialità della polizia di Stato.

In occasione della ricorrenza del 150° Anniversario dell’Unità d’Italia, due agenti della questura di Messina hanno indossato uniformi storiche di cui una di sottobrigadiere del corpo delle guardie di P.S. risalente al 1865.

Quest’anno ricorre, inoltre, il trentesimo anniversario dell’entrata in vigore della legge 121 del 1° aprile 1981 che sui media passò alla cronaca come la riforma della polizia. Tale legge consentì l’entrata delle donne con uguale trattamento economico e prospettiva di carriera degli uomini, la nascita delle prime sigle sindacali e favorì la modernizzazione della polizia che, in seguito, avrebbe lavorato sul concetto di prossimità, sul valore della formazione e sulla cooperazione internazionale.

Il tema celebrativo di quest’anno “C’è più sicurezza insieme” riafferma il concetto che sta alla base della complessa azione dispiegata da tutti gli operatori di polizia per aumentare il grado di sicurezza, reale e percepita, dei cittadini.

Tale slogan testimonia che la quotidiana battaglia condotta contro chiunque attenti alla sicurezza dei cittadini e dello Stato, si vince soltanto lavorando insieme: uniti a fare squadra, ciascuno secondo il proprio ruolo, responsabilità e capacità.

Infatti, l’anniversario della fondazione è stato celebrato in una piazza della città di Messina per testimoniare, ancora una volta, l’attenzione della polizia di Stato alla collettività sia sul piano sociale, sia su quello della sicurezza e dell’ordine pubblico.

Il questore, Carmelo Gugliotta, ha ringraziato tutte le autorità civili e militari intervenute.

Alla cerimonia hanno partecipato numerosi studenti delle scuole elementari e medie di Messina, che hanno indossato il cappellino in dotazione al corpo di polizia e sventolando la bandierina tricolore dell’Italia.

A conclusione della cerimonia un’appartenente alla questura di Messina ha intonato, accompagnata dalla banda della Brigata Meccanizzata “Aosta”, la “Preghiera del poliziotto”.

La giornata di festa si è conclusa con un sorvolo, sul luogo della cerimonia, di un elicottero del V reparto volo che ha portato in alto il tricolore e la bandiera della polizia di Stato, mentre il reparto inquadrato intonava il nostro inno nazionale.


premiati con encomio solenne

Assistenti Capo Giuseppe Pace, Alessandro Miduri, Antonio Spagnolo ed all’Agente Scelto Carmelo Betrò.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando capacità professionali, non comune determinazione operativa e sprezzo del pericolo, nel corso di un servizio di controllo del territorio, espletavano un complesso intervento di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di tre individui responsabili di rapina in danno di un istituto di credito”.

Messina, 22 settembre 2010.


PREMIATI CON ENCOMIO

Encomio attribuito al primo dirigente dott. Paolo Sirna ed al vice questore aggiunto dott. Giuseppe Anzalone.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando spiccate capacità professionali, coordinavano un’operazione di polizia giudiziaria, che consentiva di sgominare un’organizzazione criminale, dislocata su tutto il territorio nazionale, dedita alla commissione di furti e rapine in abitazioni private, responsabile altresì di omicidio”.

Siracusa, 12 settembre 2005.


Encomio attribuito al vice questore aggiunto dott. Renato Panvino.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando elevate capacità professionali ed acume investigativo, dirigeva un’indagine di polizia giudiziaria che si concludeva con l’arresto di un latitante, ricercato per associazione mafiosa”.

Reggio Calabria, 16 ottobre 2008.


Encomio attribuito al vice questore aggiunto dott. Francesco Oliveri.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando capacità professionali ed acume investigativo, coordinava un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva di sgominare un’organizzazione criminale, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti”.

Reggio Calabria, 8 aprile 2010.


Encomio attribuito all’assistente capo Angelo Foti ed all’agente scelto Ivan D’Antona.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando coraggio ed eccezionale sprezzo del pericolo, contribuivano alle operazioni di soccorso di numerose persone, rimaste bloccate a causa di alcune frane, causate da una disastrosa alluvione, che faceva registrare la morte di oltre trenta persone”.

Zona Altolia – Scaletta Zanclea (ME), 1 ottobre 2009.


Encomio attribuito al sovrintendente capo Salvatore Russo.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando notevoli capacità professionali, partecipava ad una accurata indagine di polizia giudiziaria, che consentiva di assicurare alla giustizia tre malviventi, responsabili del reato di estorsione in pregiudizio di un operatore commerciale”.

Milazzo (ME), 11 dicembre 2009.


Encomio attribuito all’assistente capo Carmelo Gugliotta.

MOTIVAZIONE: “Evidenziando non comuni capacità investigative, si distingueva nella risoluzione di un caso di rapina, poi trascesa in un tentativo di omicidio in danno di tre persone”.

Messina, 9 aprile 2010.


Encomio attribuito all’assistente capo Silvestro Scala.

MOTIVAZIONE: “Con intuito e prontezza di riflessi, non esitava ad introdursi in uno stabile invaso dalle fiamme, dove traeva in salvo delle persone rimaste intrappolate. Evidenziava nella circostanza notevole spirito d’iniziativa e generoso altruismo”.

Messina, 29 luglio 2009.


Encomio attribuito all’assistente Giovanni Foti.

MOTIVAZIONE: “Partecipava ad un’operazione di polizia giudiziaria, che si concludeva con l’arresto di tre persone, responsabili di detenzione di armi e di sostanze stupefacenti. Evidenziava, nella circostanza, notevole determinazione operativa”.

Contrada Murazze – Vill. S. Filippo Superiore (ME), 23 gennaio 2010.


PREMIATI CON COMPIACIMENTO

Compiacimento attribuito agli assistenti capo Francesco Desti Brancatelli e Filippo Farite.

MOTIVAZIONE: “Durante l’espletamento del servizio, prestavano soccorso a due donne e due bambine che, a causa dell’alluvione, erano rimaste bloccate all’interno delle rispettive abitazioni, dando prova, nella circostanza, di generosità, coraggio ed altruismo”.

Messina, 1 marzo 2011.


 


Altre Notizie su

Notizie > Polizie e Forze Armate






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839