Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Salute e Benessere > Notizie dal mondo della medicina

 martedì 21 gennaio 2014

SCOPERTE SCIENTIFICHE

Notizie dal mondo della medicina

di Domenica Timpano


alt

Un gruppo di studiosi dell’Università di Leicester e del King’s College, di Londra, in collaborazione con l’Università di Groningenà, in Olanda, ha scoperto varianti genetiche che inducono all’invecchiamento precoce di 4 anni. “Le varianti si trovano sul cromosoma 3, in prossimità del gene TERC”, ha detto il professor Spector, “e questo ci suggerisce che ci siano persone geneticamente programmate per invecchiare ad una maggiore velocità e che hanno così una più alta possibilità di soccombere a malattie correlate all’età”.

La colpa, se così si può dire, risiederebbe nella lunghezza dei telomeri, sequenze di Dna che proteggono le estremità dei cromosomi, considerati marker dell’invecchiamento. Sulla loro lunghezza possono incidere fattori genetici, ma anche alcuni fattori ambientali come stress, fumo, alimentazione sbagliata. Oggi, per conoscere l’età biologica di una persona si analizza, mediante un prelievo del sangue, proprio la lunghezza di questi cappucci protettivi che si trovano alle due estremità dei cromosomi. “Abbiamo trovato che le persone che trasportano specifiche varianti genetiche hanno telomeri più brevi e sembrano biologicamente più anziane”, ha detto Nilesh Samani, docente universitario a Leicester, Londra, che ha condotto la ricerca con altri studiosi su più di 500mila varianti genetiche che si trovano vicine al gene Terc, importante per la lunghezza dei telomeri.


 


Altre Notizie su

Sociale > Salute e Benessere






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839