Oggi è 
 
 
   

 martedì 17 dicembre 2013

ESERCITO ITALIANO

Azioni umanitarie

di Redazione


alt

Aiuto ai migranti sbarcati a Lampedusa

I militari dell’Esercito, impiegati nell’Operazione “Strade sicure”, a Lampedusa, sono intervenuti in questi giorni per accogliere 272 migranti giunti al molo Favarolo con tre motovedette della Capitaneria di Porto. Tra i militari dell’Esercito anche due mediatori culturali di origine eritrea e marocchina che, grazie alla conoscenza della lingua dei migranti, sono riusciti a tranquillizzare le quasi 50 donne e 13 bambini sbarcati a Lampedusa.


Il generale Milley comandante dell’Isaf Joint Command in visita a Herat

Il generale americano Mark A. Milley, comandante del “Joint Command della International Security Assistance Force” (ISAF), la forza multinazionale che opera dal 2001, in Afghanistan, su mandato delle Nazioni Unite, è stato ricevuto dal generale Michele Pellegrino, dal 10 settembre scorso al comando del “Regional Command West” (RC-W), di Herat, che lo ha aggiornato sulla situazione delle operazioni condotte in partnership con le forze di sicurezza afgane e su quelle pianificate per il nuovo anno.


Leadership militare afgana studia il coordinamento delle forze di sicurezza

Si è svolta la visita dei frequentatori dello “Strategic Staff Course”, il corso avanzato per studi strategici militari dell’esercito afghano, al “Regional Command West”, di Herat, il comando multinazionale su base Brigata meccanizzata “Aosta”, che opera su mandato ONU, nelle province occidentali dell’Afghanistan.

La rappresentanza costituita da 34 ufficiali generali e ufficiali superiori è stata accolta a Camp Arena dal colonnello Fabio Asso, senior advisor dell’“Operational Coordination Center – Regional” (OCC-R), l’organizzazione interforze deputata al coordinamento delle attività tra il contingente multinazionale della Nato e le forze di sicurezza afghane.


Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Claudio Graziano, visita il comando del contingente italiano in Afghanistan

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di Corpo d’Armata, Claudio Graziano, ha effettuato una visita di due giorni al “Regional Command West” (RC-W), il comando multinazionale a guida italiana e su base Brigata meccanizzata “Aosta” che, su mandato delle Nazioni Unite, opera nella regione occidentale dell’Afghanistan.

Accolto al suo arrivo ad Herat dal generale Michele Pellegrino, comandante del “RC-W”, il generale Graziano ha incontrato i soldati italiani schierati sul piazzale di Camp Arena, rivolgendo loro parole di plauso per quanto continuano a fare per l’Afghanistan “con la fierezza, la determinazione e l’umanità che contraddistinguono da sempre il soldato italiano”.


Cambio del comandante del Police Advisor Team

Si è svolta a Camp Arena, sede del comando multinazionale a guida italiana nella regione occidentale dell’Afghanistan, la cerimonia del cambio del comandante del “Police Advisor Team” (PAT), l’unità specializzata che svolge attività di assistenza, a favore del comando regionale e provinciale della Polizia Nazionale afghana, di Herat.

Dopo circa sei mesi, il tenente colonnello Salvatore Demontis si è avvicendato con il maggiore Massimiliano Bolis, proveniente dal 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”, di Livorno, alla presenza del generale Michele Pellegrino, comandante del “Regional Command West”, il comando multinazionale a guida italiana su base Brigata meccanizzata “Aosta”.


 


Altre Notizie su

Notizie > Polizie e Forze Armate






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839