AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Internet e Tecnologia > MILIONI DI UTENTI A RISCHIO SU FACEBOOK

 martedì 17 maggio 2011

FUGA DI DATI SENSIBILI

MILIONI DI UTENTI A RISCHIO SU FACEBOOK

di Maurizio D'Onofrio


alt

Facebook è tra tutti i social media, sicuramente, quello più utilizzato nel mondo, il che comporta i maggiori rischi per la privacy, soprattutto, se l’utente, nel compilare i propri dati nell’account, segnala in maniera dettagliata dati anagrafici, geografici, iter scolastico e professionale, hobby, passioni personali, orientamento politico e tanto altro ancora.

Alcune applicazioni di terze parti, presenti su facebook, hanno, accidentalmente, avuto accesso totale ai dati di milioni di account di utenti, quindi, anche ad informazioni relative a profilo, fotografie, chat, con la possibilità di inviare messaggi e informazioni. Al momento non si sa quanti dati siano stati rubati né chi li abbia rubati. La falla, comunque, è presente dal 2007, però il dubbio rimane e ci si domanda se davvero se ne siano siano accorti solo adesso.

Symantec, leader mondiale di software antivirus, punta il dito contro il social media. A darne conferma è un rapporto diffuso nei giorni scorsi nel suo blog:

Si stima che, nell’aprile u.s., quasi 100 mila applicazioni consentivano questa perdita di dati e negli anni centinaia di migliaia di applicazioni potrebbero aver, inavvertitamente, rilasciato milioni di accessi a soggetti terzi”.

La portavoce di Facebook, Malorie Lucich, ha confermato, in una nota stampa, che la società ha provveduto a rimuovere le applicazioni incriminate e ha aggiunto:

Sfortunatamente il rapporto che abbiamo ricevuto presenta qualche dato inesatto. Specificamente, abbiamo condotto un’indagine minuziosa che non ha fornito prove del fatto che questa vicenda abbia portato a condividere informazioni private sugli utenti con soggetti terzi non autorizzati”.

A difesa degli utenti italiani di Facebook è intervenuta l’associazione di consumatori Adoc che, tramite il suo presidente Carlo Pileri – riporta il Corriere –, fa sapere:

Abbiamo richiesto al garante della privacy di verificare, immediatamente, la possibile fuga di dati sensibili da Facebook, come affermato dalla società Symantec, inoltre, abbiamo richiesto alla società californiana di fornire al più presto chiarimenti sulla questione. Secondo Symantec soggetti terzi avrebbero avuto accesso a informazioni personali come profili, fotografie e chat. Una grave violazione della privacy, dalle dimensioni mostruose. Basti pensare che, secondo le ultime rilevazioni, gli utenti italiani sono oltre 16 milioni. Dopo l’attacco di hacker a Sony, che ha messo a rischio i dati di circa 100 milioni di utenti nel mondo, un’eventuale perdita di dati da Facebook costringerebbe a ripensare, a livello internazionale, i sistemi di protezione e sicurezza dei dati online degli utenti”.

Per tranquillizzare gli utenti una soluzione sicura per proteggersi è quella di cambiare la password di ingresso a facebook, in questo modo cambierete il token di accesso (applicazione che consente, appunto, di accedere), così ne proibirete l’‘ingresso’ ai vostri dati. Tuttavia, fate attenzione quando dovrete installare una nuova applicazione su facebook, perchè se non utilizza OAUTH2.0 (nuovo protocollo per accesso sicuro) potrebbe soffrire di questa pericolosa vulnerabilità e permettere a terze parti di accedere ai vostri dati personali e a quelli dei vostri amici.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Internet e Tecnologia






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839