AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Media > Papa Francesco racconta il momento mistico prima dell’accettazione nel Conclave!

 lunedì 7 ottobre 2013

RIFLESSIONI DI PAPA BERGOGLIO

Papa Francesco racconta il momento mistico prima dell’accettazione nel Conclave!

di Alfonso Saya


alt

La Chiesa è Mater et Magistra, cioè Madre e Maestra. Dal lungo colloquio che il Papa Francesco ha avuto con Eugenio Scalfari, sulle pagine di Repubblica, ho tratto la vaga impressione che il direttore di “Repubblica”, volesse dare lezione alla Chiesa ed al Papa. Al Papa Francesco che afferma che i più gravi mali che affliggono il mondo sono la disoccupazione dei giovani, che vivono schiacciati sul presente, senza memoria del passato e senza il desiderio di proiettarsi nel futuro, senza lavoro e senza speranza, oppure la solitudine dei vecchi. Scalfari risponde che questo problema non riguarda la Chiesa, ma è un problema politico ed economico che riguarda i governi, i partiti e i sindacati. Ma il Papa lo redarguisce affermando che il problema riguarda, soprattutto, la Chiesa, perché ha una sfaccettatura spirituale e non è solo materiale, che ciò ferisce i corpi e le anime, per cui la Chiesa, così il Papa, testualmente, devono sentirsi responsabili sia delle anime, sia dei corpi.

Scalfari, non soddisfatto da questa magistrale risposta, Lo rimbecca ancora, affermando che allora la Chiesa non è consapevole di questo problema, se il Papa la incita in questo senso. Il Papa non si lascia intrappolare e risponde a tutti i quesiti che Scalfari gli sottopone. Lungo, interessante, bello il colloquio che si snoda.

Mi ha colpito la risposta che il Papa ha dato alla domanda sul misticismo e sulla sua importanza per la Chiesa. Il Papa ha affermato che i Mistici sono fondamentali per la Chiesa: una Religione senza Mistici è una filosofia e racconta che, anch’egli, ha avuto un momento mistico, prima del Conclave. Papa Francesco racconta che si sentiva la testa vuota ed era invaso da una grande ansia, e che per farla passare e rilassarsi, chiuse gli occhi e scomparve ogni pensiero, sin quando scomparvero ansie ed emotività. “Ad un certo punto – prosegue – una grande luce m’invase, durò un attimo che mi sembrò lunghissimo… poi, la Luce si dissipò, io mi alzai di scatto e mi diressi nella stanza dove mi attendevano i cardinali e il tavolo su cui era l’atto di accettazione. Lo firmai ed andai sul balcone dove si comunico l’‘Habemus Papam’”.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Media






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839