Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Spiritualità e Cultura > Solenne inaugurazione della Chiesa di Sant’Elena

 sabato 28 settembre 2013

VILLAGGIO ANNUNZIATA IN FESTA – MESSINA

Solenne inaugurazione della Chiesa di Sant’Elena

di Paola Saladino


alt

Il 24 settembre 2013 u.s. è una data che è da considerare una pietra miliare nella storia del villaggio Annunziata, infatti, è stata inaugurata la nuova Chiesa di Sant’Elena con la solenne benedizione dell’arcivescovo, mons. Calogero La Piana, all’altare, all’ambone, alle pareti ed ai fedeli presenti.

Certamente, travagliata è la storia di questa Chiesa che, da quando è sorta subito dopo il terremoto del 1908 per volontà della regina Elena di Savoia, ha subito ben tre ricostruzioni, l’ultima delle quali è quella attuale. Una Chiesa questa dall’interno sobrio, quasi spoglio, con decorazioni geometriche: il triangolo, il cubo e il cerchio, simboli di perfezione che richiamano la luce, ma con un soffitto inaspettato, blu e punteggiato da piccole luci simili a stelle che fa pensare al cielo e che richiama quello della Basilica inferiore di San Francesco in Assisi. Un osservatore attento avverte come in essa coesistono le due anime contraddittorie dell’uomo di oggi, da una parte la tecnologia e la razionalità e dall’altra le istanze spirituali che spingono a ricercare l’infinito. In questo sacro edificio convivono anche presente e passato, infatti, nella sua struttura post-moderna s’inseriscono elementi del passato quali il tabernacolo e gli ornamenti dell’ambone che provengono dalla Chiesa settecentesca del Rosario che sorgeva a San Licandro, come pure il Battistero e la pila dell’acqua, datati anni sessanta, che si trovavano nella Chiesa precedente.

Passato, presente e futuro sono, quindi, gli elementi che caratterizzano questa nuova Chiesa. In essa, gremita di fedeli, tanto da essersi reso necessario l’allestimento di un maxi schermo nel cortile, si è tenuta una concelebrazione eucaristica, gioiosa e commossa, presieduta dall’arcivescovo, con la partecipazione del vicario generale monsignor Lupò, del parroco padre Pippo Principato e di ben trenta sacerdoti della Diocesi. La nuova Chiesa di Sant’Elena, casa di condivisione e di accoglienza come ha sottolineato mons. La Piana, è destinata a diventare punto di riferimento per l’intera zona dell’Annunziata perché, oltre a essere casa di preghiera si aprirà alle necessità del territorio grazie alle strutture ad essa annesse. Né possiamo dimenticare il vasto cortile, adorno di piante, prospiciente la Chiesa che non solo dà ampio respiro a tutto il complesso architettonico, ma favorirà una vera socializzazione.

In definitiva, la Chiesa di Sant’Elena è stata pensata per rispondere alle istanze spirituali, ma anche temporali di quanti busseranno alla sua porta. Erano presenti all’evento numerose autorità, tra cui il presidente dell’Assemblea Regionale, on. Giovanni Ardizzone, oltre alle confraternite della Madonna del Buon Viaggio al Ringo e la confraternita di San Liberale, che hanno collaborato, fattivamente, alla fase organizzativa.


 


Altre Notizie su

Sociale > Spiritualità e Cultura






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839