AVVISO: Questo sito a breve non sarà più raggiungibile, Filo Diretto News con le sue notizie ed i suoi servizi sono disponibili al nuovo indirizzo web: www.filodirettonews.it
Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Cultura e Società > Media > L’esperienza vissuta nella Scuola di Alta Formazione di Giornalismo

 mercoledì 22 maggio 2013

SCUOLA “GIANCARLO ZIZOLA” – FIUGGI

L’esperienza vissuta nella Scuola di Alta Formazione di Giornalismo

di Angela Saccà


alt

Dal 9 al 12 maggio u.s., si sono tenuti a Fiuggi i corsi della Scuola di Alta Formazione di giornalismo “Giancarlo Zizola”, organizzati dall’UCSI per giovani giornalisti pubblicisti, professionisti e comunicatori sociali. Sono intervenuti vari relatori su disparati argomenti, dalla comunicazione religiosa alla comunicazione politica, a quella sociale e digitale, dalla cronaca alla comunicazione come servizio pubblico, con la mediazione del presidente dell’UCSI, Andrea Melodia.

È stata un’esperienza intensa ed interessante; immersi nella vita condivisa a Fiuggi per quattro giorni con giornalisti di tutte le regioni italiane (2,3 rappresentanti per regione) tra corsi, interazione con i relatori attraverso domande e risposte, con scambi di opinione e lavori di gruppo tra i partecipanti ai corsi.

L’apice spirituale è stata la messa celebrata da padre Albanese e da padre Occhetta, dedicata alla giornata per i comunicatori sociali e per i giornalisti, in cui si ribadisce la loro responsabilità per la ricerca della verità e per il benessere della società. Una “missione”, più che un mestiere, da svolgere con serietà e professionalità. Si tratta di una “missione in salita”, soprattutto in tempi di precariato e di crisi economica come nei tempi attuali, durante i quali i giornalisti e i comunicatori sociali devono essere i primi esempi d’integrità morale e coerenza, se vogliono che le condizioni di favoritismo per accedere ad un lavoro cambino e ci sia più meritocrazia nelle decisioni di assunzione. Sicuramente, tutto ciò richiede spirito di sacrificio, tenacia, determinazione, energia e passione.

Il fatto, poi, di vivere la scuola a Fiuggi, paese in collina immerso nella verde campagna della Ciociaria, famoso per le cure termali dei Papi, con centro storico caratteristico, ha contribuito a mantenere alta la concentrazione, in un ambiente rilassante, per vivere la scuola in modo comunitario ed esclusivo.

Durante queste giornate, abbiamo ricevuto le testimonianze di Ennio Remontino, inviato di guerra e giornalista d’inchiesta; Franco Maresca, direttore del quotidiano online Ucsi.it, che ci ha parlato del giornalismo di cronaca; Marica Spalletta, docente della Luiss; Roberto Germogli, fotografo del “La Nazione”; e Daniele Macheda di “RaiNews24”; questi ultimi ci hanno ribadito l’importanza delle immagini nel raccontare le notizie, con etica e rigore professionale.

Sulla comunicazione, come servizio pubblico, sono intervenuti Vittorio Di Trapani, segretario USIG Rai ed Emanuele Milano, già vicedirettore generale Rai.

A parlarci di comunicazione sociale e religiosa sono intervenuti la giornalista Paola Springhetti, Guido Mocellin, caporedattore attualità de “Il Regno” e Don Giulio Albanese, direttore di “Popoli e Missioni”.

Sulla comunicazione politica e se i giornalisti politici possano ancora essere dei watch dog dei governi, abbiamo avuto delle delucidazioni e un dibattito con padre Francesco Occhetta, giornalista e scrittore del “La civiltà cattolica” e con Federica Mango, di RaiNews24.

Infine, ad esporci alcune tecniche e teorie di comunicazione digitale e di impaginazione editoriale e grafica, abbiamo avuto come relatore Federico Badaloni, presidente di Architettura dell’Informazione.

A conclusione delle giornate di formazione, noi comunicatori sociali, pubblicisti e giornalisti sociali abbiamo scambiato i nostri contatti personali con l’idea di “far gruppo”, di essere una “rete”, soprattutto, in una fase di precariato come questa attuale. Un gruppo non inteso come nicchia, ma per condividere momenti di riflessione, progetti ed altri incontri di formazione, per essere promotori sociali per un cambiamento valoriale, di comportamenti ed esempi di etica e professionalità.

E, nel frattempo, ci siamo dati appuntamento a Trento il 27 giugno p.v., per il decimo forum dell’informazione cattolica per la salvaguardia del creato, forum organizzato dall’UCSI con Greenaccord.


 


Altre Notizie su

Cultura e Società > Media






 
Sostenitori
 
 
© 2011/20 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via S. Barbara 12, 98123 Messina - P.Iva 02939580839