Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Sociale > Associazioni > Come nasce l’Associazione “Amici Contro Sarcidosi Italia”

 lunedì 9 marzo 2015

ASSOCIAZIONE

Come nasce l’Associazione “Amici Contro Sarcidosi Italia”

di Redazione


alt

Nessuna assistenza. Né sociale, né sanitaria, nessun riconoscimento dello stato di malattia, nessuna protezione sul posto di lavoro. Questo è quanto toccava e tocca, ancora oggi, al cittadino italiano colpito da “sarcoidosi”. Un’associazione non nasce mai per caso: dietro ci sono speranze deluse, promesse disattese, diritti ignorati. In questo esatto contesto, comincia la storia di ACSI ONLUS, dal fervore e dalla tenacia di alcune persone che non hanno trovato le giuste risposte e hanno deciso di provare a costruire una nuova alternativa valida e credibile. Due amiche, Domenica (Nika) Muscio e Alberta Solano, che si erano affidate all’AIMS, Associazione Italiana Malati di Sarcoidosi, scoprono che quella stessa aveva chiuso i battenti e abbandonato la causa, nell’aprile del 2010, dopo solo pochi anni di vita e senza grossi risultati.

Insomma, tutto da rifare! Nel frattempo entrarono in contatto con il dott. Filippo Martone, odontoiatra bolognese, al quale dal presidente di AIMS era stato proposto il ruolo di segretario generale nell’intento di risollevare l’associazione. Carica mai andata in porto per gli esiti dell’associazione stessa, oramai, insanabilmente, compromessi. I tre si accordarono d’incontrarsi per decidere se dar luogo a qualcosa di nuovo, magari assieme ad altre persone conosciute, individualmente, o sul world wide web.

Così, il 12 dicembre del 2010, una ventina di persone che si erano dette disponibili, una ‘sporca’ dozzina di coraggiosi amici provenienti da più parti d’Italia, reclutati da loro stesse, raggiunse Bologna sotto la neve, per incontrarsi e cominciare insieme un progetto che potesse riportare in vita le speranze dei malati di Sarcoidosi, sotto la guida del dott. Filippo Martone. Ne seguì la creazione di un gruppo d’incontro su Facebook, che, attraverso un passaparola serrato ed insistente, arrivò a coinvolgere anche persone non malate di Sarcoidosi, finché il 24 novembre 2011, 7 soci fondatori si recarono da un notaio a Bologna, per sottoscrivere l’atto costitutivo di ACSI.

Certo, nessun cambiamento si fa in un giorno, in un mese o in un anno, ma a piccoli passi il 24 novembre 2012, ACSI spegne la sua prima candelina, avendo già triplicato il numero dei propri soci, pattuito accordi di cooperazione con alcuni centri universitari, primo fra tutti quello di Bologna, e poi Siena (considerato un punto di riferimento di livello internazionale), e posto le basi per una collaborazione con AIPO e SIMER (le associazioni nazionali dei medici pneumologi).

ACSI ha contattato il Ministero della Salute, il presidente della Commissione Sanità in Senato, per la ridefinizione ed il riconoscimento sociale e sanitario della malattia. Tramite i referenti regionali, nuove personalità dei governi locali e territoriali vengono, progressivamente, contattate ed interessate alla causa.


 


Altre Notizie su

Sociale > Associazioni






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839