Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Eventi > 27° PREMIO INTERNAZIONALE “COLAPESCE”

 domenica 13 gennaio 2013

PALACULTURA – MESSINA

27° PREMIO INTERNAZIONALE “COLAPESCE”

di Domenico Interdonato


alt

La cerimonia di consegna del 27° Premio internazionale “Colapesce” si è svolta, con una serata di gala, al Palacultura “Antonello da Messina”, sabato 12 novembre 2012. La manifestazione è stata presentata dal patron del Premio, Lillo Alessandro, e dal totem del giornalismo televisivo peloritano, Mino Licordari; le letture sono state curate dalla soprano, Fortunata Cafiero Doddis, e l’importante evento ha richiamato in città il pubblico delle grandi occasioni.

Il Premio vuole essere un atto di gratitudine per quanti, nei vari settori della vita sociale, s’impegnano nel sorreggere le ragioni della cultura, dello sport, della ricerca scientifica, dell’industria, dell’economia, dello spettacolo, del giornalismo e della solidarietà.

La giuria presieduta dal commissario straordinario del comune di Messina, dott. Luigi Croce, e composta da personaggi della cultura peloritana, già, insigniti del Premio “Colapesce”, quali la dott. Italia Moroni Cicciò, giornalista della “Gazzetta del Sud”; arch. Nino Principato, storico; dott. Mario Sarica, etnomusicologo; prof. Giuseppe Amoroso, critico letterario; dott. Lillo Alessandro, direttore del Premio; e dalla poetessa Fortunata Cafiero Doddis, lettrice e segretaria del Premio.

I vincitori dell’edizione 2012, il cui Premio è stato patrocinato dal comune e dalla provincia di Messina, sono stati: il dott. Francesco Alecci, già, prefetto della città, trasferito a nuovo incarico a l’Aquila, impossibilitato ad essere presente alla consegna del premio, ha inviato una lettera di ringraziamento; il prof. Antonino Metro, già, preside della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Messina; l’Istituto di Istruzione Superiore “Antonello”, rappresentato dalla dirigente scolastica, prof. Elvira D’Orazio; il dott. Franco Cicero, vice caporedattore della “Gazzetta del Sud”, critico cinematografico e vicepresidente del sindacato giornalisti cinematografici; il dott. Gigi Giacobbe, giornalista e critico teatrale del “Giornale di Sicilia”; il maestro sarto, Santi Macchia, vincitore del concorso “Forbici d’oro”; il pallanuotista, Massimo Giacoppo, vincitore con la squadra azzurra della medaglia d’argento alle Olimpiadi di Londra 2012 (il premio è stato ritirato dal padre) e il dott. Geri Villaroel, giornalista e scrittore.

Le motivazioni sono state curate e lette dalla soprano, Fortunata Cafiero Doddis.

Il centro studi, dall’edizione 2003, per non dimenticare il tragico e luttuoso evento di Nassirya, ha stabilito lo svolgimento del Premio “Colapesce” nella giornata del 12 novembre di ogni anno, per ricordare gli “Eroi di Nassirya”, che, con il loro estremo sacrificio, rappresentano il vero significato del Premio. Dopo il “Silenzio fuori ordinanza”, scandito dal trombettiere della Brigata Meccanizzata “Aosta”, la serata si è conclusa con le note dell’Inno nazionale.

 


 


Altre Notizie su

Eventi






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839