Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Notizie > Sport > L’ACR MESSINA VINCE A CAVA E IL CITTÀ DI MESSINA SI SMARRISCE IN CASA

 martedì 20 novembre 2012

LA PARTITA IN NOVE SCATTI

L’ACR MESSINA VINCE A CAVA E IL CITTÀ DI MESSINA SI SMARRISCE IN CASA

di Domenico Interdonato


alt

Meritano un plauso tutti i giocatori dell’ACR Messina, per la vittoria a Cava dei Tirreni. L’ACR ci sta provando a dare una svolta secca al campionato, per riprendersi la vetta persa contro il Gelbison nella precedente gara esterna. Fuori casa si può vincere in tutti i modi, basta portare i tre punti in città e far contenti i sostenitori, che seguono la squadra in tutte le partite in trasferta, con grande passione e attaccamento.

Un gol di re Giorgio Corona ha allontanato i fantasmi, o meglio le civette che volteggiavano attorno alla squadra. Adesso, si deve guardare alla prossima gara casalinga, un partitone da giocarsi fino all’ultimo respiro contro il Licata, squadra che è in ottima forma ed è allenata da Pippetto Romano, indimenticato ex dell’FC Messina. Nella squadra gialloblù gioca, anche, una vecchia conoscenza, l’attaccante Pasca, che i tifosi bianco scudati ricordano poco, perché in riva allo Stretto ha fatto una breve apparizione, ma, che in questo momento, è in grande forma.

Il team di mister Catalano si sta preparando con la giusta concentrazione, perché domenica, oltre a non poter steccare la gara, i tifosi vorrebbero iniziare a vedere un gioco armonioso, assieme ad una bella vittoria.

Bisogna lavorare di più con il centrocampo, perché la difesa si sta dimostrando ottima, con pochissimi gol subiti; l’attacco spreca un pochino e il centrocampo deve legare meglio la squadra. Il gioco deve essere l’obiettivo primario, perché le vittorie arriveranno di conseguenza.

Il Città di Messina stecca la gara, con il Ribera, al Giovanni Celeste e perde ai rigori in Coppa Italia, nella trasferta contro il Torre Neapolis. La squadra di mister Pasquale Rando si ferma ai rigori con un 6 a 4. Mancavano gran parte dei titolari, ma il C. di M. ha giocato bene passando in vantaggio con Buda. I padroni di casa, alla fine, hanno conquistato la qualificazione ai rigori dopo l’errore di Camarda.

Domenica altra trasferta contro il blasonato Savoia, di Torre Annunziata, e, ancora, contro il Montalto; due gare fuori casa, che devono essere giocate con saggezza e con il solito spirito combattivo.

In queste due gare deve prevalere la calma e la razionalità, per evitare dolorose perdite dovute all’eccessivo nervosismo, come, purtroppo, successo nella gara di domenica. La calma è stata sempre la virtù dei forti.


 


Altre Notizie su

Notizie > Sport






 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839