Oggi è 
 
 
   
Prima Pagina > Dicci la Tua > UNA NOTTE MESSINESE

mercoledì 13 aprile 2011

UNA NOTTE MESSINESE

di Mario C.


Lo scorso fine settimana, precisamente la sera di sabato 2 aprile, sono stato spettatore inconsapevole di un episodio che.. mi ha lasciato, a dir poco, senza parole. Passeggiavo in lungo e largo, dopo cena, tra piazza Duomo e via I settembre in compagnia di amici quando, improvvisamente ho sentito un rumore sordo provenire da uno di quei locali ubicati lungo la via I settembre. Stavo assistendo ad uno strano episodio insieme ad altre persone che, anche loro come me, divenivano involontari spettatori. Un ragazzo, apparentemente minorenne, scagliava contro una vetrina di un bar il suo casco, con tutta la forza, impedendo alle persone che vi si trovavano all’interno di poter uscire. Il giovane, coadiuvato da altri bulli della sua stessa età, minacciava qualcuno all’interno del bar, che così si vedeva costretto a rimanersene rinchiuso per paura di essere picchiato, tanta era la foga del giovane. Urla e minacce volavano da parte del giovane inveente, ma nessuno.. dico nessuno a muovere un dito, me compreso!
La cosa che mi ha, alquanto, meravigliato è stata la “TOTALE ASSENZA” di una pattuglia delle forze dell’ordine, che solitamente qualche volta, in tempi non molto lontani, si vedeva perlustrare dette zone. Quella sera neanche l’ombra! Ma la cosa più sconvolgente era che il giovane, preso dai fumi dell’alcool blaterava a gran voce inveendo contro il giovane all’interno del bar che gliel’avrebbe fatta pagare. Altri ragazzi e ragazze attraversavano la zona quasi noncuranti del fatto. Pochi stavano a guardare, come noi.
Ma adesso, mi chiedo, e se fosse accaduto qualcosa di più grave o più pericoloso per l’incolumità di un fortuito passante? Non sarebbe, quindi, preferibile tenere, a tal proposito, queste zone ‘sotto controllo’, data l’età, data l’ora tarda e visto che tali giovani amano andare da un bar all’altro a bere? Non sarebbe preferibile controllare di più le nostre strade, i nostri ragazzi e i ‘malcapitati’ che potrebbero incorrere in situazioni incredibili?
A voi il meritato giudizio!
A tal fine chiedo che tale episodio increscioso serva da monito affinché siano meglio tutelate le nostre strade e perché le forze dell’ordine siano veramente al servizio del pubblico, soprattutto in quelle ore serali dove giovani di ogni età vivono le ore notturne.







|

 
Partner
 
 
© 2011/17 - Filo Diretto News | Reg. Tribunale di Messina n° 4 del 25/02/2011 | Dir. Resp. Domenico Interdonato | Condirettore Armando Russo
Redazione - Via Felice Bisazza 44, 98122 Messina - P.Iva 02939580839